Chiamaci per un preventivo Gratuito: +39 0575.22139

La rendita del mattone batte Piazza Affari

l’Italia è uno di quei Paesi nei quali il possesso della casa è fondamentale. Al punto che il patrimonio abitativo vale quasi quattro volte l’intera economia del Paese: 6 mila miliardi di euro. Una cifra monstre se confrontata a un debito pubblico di circa 2.300 miliardi e un’economia complessiva di 1.700 miliardi di euro. L’ultima edizione de “Gli immobili in Italia”, la pubblicazione biennale dell’Agenzia delle entrate – realizzata insieme al Mef – mostra che il 75,2% delle famiglie italiane risiede in una casa di proprietà; che l’abitazione media misura 117 metri quadrati e vale circa 162mila euro (1.385 euro a metro quadro).
A sostegno della riflessione dell’Economist, lo studio italiano mostra un flessione – seppure lieve – del valore del patrimonio abitativo calato tra il 2015 e il 2016 di circa 92 miliardi di euro (-1,5%). Tuttavia, in un’ottica prettamente finanziaria il mattone, almeno in Italia, performa meglio della Borsa: tra il 2010 e il 2016, il patrimonio immobiliare tricolore ha perso il 7% da 6.461 a 6.004 miliardi di euro; nello stesso periodo il Ftse Mib, l’indice principale di Piazza Affari ha lasciato sul parterre il 17%. Come a dire che in un periodo di crisi 100 euro investiti in immobili sarebbero diventati 93, mentre 100 in Borsa sarebbero diventati 83.

Share This