Chiamaci per un preventivo Gratuito: +39 0575.22139

Vendite in volata da Aprile a Giugno

Gli italiani riescono ad arginare la scarsa fiducia nella ripresa economica, i timori sulle prospettive del mercato del lavoro, le tensioni geopolitiche a livello mondiale e tornano in forze a comprare casa. Il dato dell’agenzia delle Entrate sulle compravendite del secondo trimestre del 2016 pubblicato questa mattina spazza via le previsioni delle Cassandre che vedevano un ridimensionamento delle transazioni dopo alcuni trimestri positivi. Il dato, invece, sorprende: +22,9% per il segmento residenziale, il migliore settore, +21,8% per il mercato in generale (comprensivo di terziario, commerciale, produttivo).
Da aprile a giugno 2016 si sono vendute quindi 143.245 case contro le 116.523 passate di mano nel secondo trimestre del 2015. Nei primi tre mesi del 2016 sono state cedute 115.135 abitazioni (+20,6%) sullo stesso periodo dell’anno prececedente.
A spingere gli italiani all’acquisto dell’abitazione sono ancora una volta i tassi di interesse bassi e i prezzi del metro quadrato convenienti dopo la lunga discesa di questi anni. Anche nella sua ultima rilevazione, infatti, l’Istat ha registrato un ennesimo, seppur contenuto, calo dei valori (-1,2% nel primo trimestre 2016).
Anche il sondaggio congiunturale svolto a luglio presso diverse agenzie immobiliari da Banca d’Italia e Tecnoborsa, con la collaborazione dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’agenzia delle Entrate, mostra un miglioramento delle condizioni nel mercato immobiliare residenziale. Si riduce la quota di agenti che segnalano un calo dei prezzi di vendita delle abitazioni. Sale, invece, la percentuale di agenti immobiliari che hanno venduto almeno un’abitazione: +2%. Cresce però anche lo sconto sul prezzo richiesto e si allungano i tempi di vendita.

Share This